Cose della vita | Il fascino della divisa | Politica e cucina
Icon - Ashburn

Il fascino della divisa

1162

Un atto di superficialità imperdonabile e grave, così il Sindaco di Pescara definisce il comportamento del vigile che aveva parcheggiato l'auto di servizio davanti all'ingresso dello stadio in occasione della tragica morte di Piermario Morosini.

Non sapremo mai se questa superficialità ha inciso sulla vita di Piermario, il senno del poi è sempre un esercizio di retorica, e in questa vicenda la retorica è già sovrabbondante.

L'unica cosa vera, importante, che possiamo fare, è combattere questa ignobile cultura del minimizzare, del 'depenalizzare', del rendere tutto vacuo, leggero, privo di conseguenze....

Quella foto, questa foto (tratta da Il Messaggero)

è la foto dell'Italia di oggi, dell'Italia dove tutto è una fiction, l'Italia della non responsabilità....

L'Italia dove ognuno di noi parcheggia davanti al luogo dove deve andare, magari in terza fila, tanto gli altri possono aspettare di fronte alle nostre urgenze, l'Italia sei SUV delle mamme parcheggiati nell'area pedonale perché la creatura (o la mamma?) non cammini troppo uscita da scuola, l'Italia delle auto dotate di contrassegno portatori di handicap che parcheggia sulle strisce pedonali e sugli scivoli per carrozzelle, l'Italia dove avere una divisa comporta il diritto a esser fuori dalle regole....

Negli anni 60 c'eran gli italiani (pochi) del lei non sa chi sono io, oggi ci son gli italiani (tanti) del vivere meglio se si è più furbi.

Vorremmo che l'autore di quel gesto di inciviltà rispondesse della sua inciviltà, ma non come unico, come capro espiatorio, ma come secondo esempio che dia il via all'applicazione del principio di responsabilità, sempre, comunque, come garanzia verso ognuno di noi.

Perché secondo? Perché chi ha definito un atto di superficialità imperdonabile e grave quello che è un atto di inciviltà deve essere il primo ad andarsene a casa, non è più tollerabile che ci ci governa sia il primo a non pretendere il rispetto delel regole di convivenza civile!