Cose della vita | Gnocchi al pesto di radicchio | Politica e cucina
Icon - Ashburn

Gnocchi al pesto di radicchio

185

Ingredienti
gnocchi
1 kg patate rosse

200 gr farina 0 (o farina tipo 1 per chi preferisce il semiintegrale)
1 uovo biologico
sale q.b.

una manciata di semola

pesto
200 gr radicchio rosso di Treviso
50 gr grana padano
50 gr arachidi salate tostate
aglio fresco
olio evo

Preparazione
Sbucciare le patate e cuocerle in poca acqua salata (per provare la cottura con lo stuzzicadenti verificare che entri morbidamente fino al cuore).
Scolarle e attendere che si intiepidiscano in modo da poterle maneggiare.
Versare sul piano di lavoro 180 gr di farina, allargarla e farvi cadere a pioggia le patate passate attraverso lo schiacciapatate.
Impastare gli gnocchi, incorporando il rosso d'uovo e regolando di sale. A seconda dell'assorbimento delle patate aggiungere poco alla volta ancora circa 20 gr di farina. L'impasto deve essere morbido ma non rimanere attaccato alle mani.
Spargere un po' di semola, tagliare dei rotolini dall'impasto da cui ricavare gli gnocchi. Passare sui rebbi di una forchetta per disegnare la rigatura che tratterrà il sugo..

Lavare il radicchio, tagliare a listarelle sottili, farlo appassire in una padella antiaderente con un filo d’olio evo.
In un frullatore (o nel bicchiere del minipimer) mettere il radicchio appassito in padella, le arachidi salate, uno spicchio d’aglio (da cui levare il filamento interno meno digeribile), il grana grattugiato e due cucchiai d’olio evo.

Portare a bollore l'acqua salata in una pentola capiente (meglio se di diametro largo), buttare gli gnocchi.

Stemperare il pesto in una zuppiera con qualche cucchiaio di acqua di cottura e man mano che vengono a galla raccogliere gli gnocchi con una schiumarola e mescolarli delicatamente nella zuppiera con il pesto.

Servire caldissimi appena scolati, a piacere in ogni piatto un ricciolo di burro e una spolverata di grana grattugiato.