Cose della vita | E' tutto così falso.... | Politica e cucina
Icon - Ashburn

E' tutto così falso....

1557

La tanto annunciata crisi di Governo sembra finalmente esser giunta, e commentatori, politologi, opinionisti si stanno scatenando in analisi banali, semplicistiche, troppo sciocche per esser vere: viene da chiedersi se davvero la cecità politica sia ormai così diffusa o se tutto stiano reggendo il gioco...

La improbabile coalizione si è frantumata, tutti concordi nel dire che il padre padrone Berlusconi abbia deciso di girare il tavolo per salvarsi dalla decadenza da Senatore, che la vicenda Iva è solo un casus belli d'occasione, che questo Governo delle larghe intese non poteva reggere per le differenze di vedute, analisi e ipotesi di intervento (nessuno ci dice quali siano queste differenze, sarebbe diffcile per chiunque approfondire).

Ma come si salva il cavaliere? alle prossime probabili elezioni sarà semplicemente incandidabile, che soluzione avrebbe trovato in questo modo?

Fa pensare -e amaramente sorridere- l'ultimo tentativo di Napolitano II, Presidente che dopo un settennato e qualche mese di secondo regno, si accorge della situazione delle carceri e in un discorso a Poggioreale (tutto incentrato sulla situazione politico parlamentare... pena accessoria comminata seduta stante ai detenuti di Poggioreale) lancia l'ipotesi del messaggio alle Camere sottolineando la  la necessità di un provedimento di amnistia / indulto.

L'ultimo salvagente, il tentativo disperato, il messaggio non tanto nascosto a chi può e vuole ascoltare...

Questa maggioranza è nata su qualcosa che non sappiamo, accordi che le parti non son riusciti a mantenere nonostante tutti i poteri occulti messi in campo, e muore proprio per questo mancato rispetto di quel qualcosa.

Qualche storico forse ci dirà, ma l'Italia è un paese dalla memoria corta, cose ben più gravi e tragiche rimangono nelle nebbie da decenni....

Il Governo del non fare, del rinvio, non può più rinviare, e,  paradossalmnte, è probabile che senza governo i conti pubblici italiani andranno in pari, grazie all'umento Iva e alla seconda (solo quella?) rata dell'Imu indiscriminata.

In tutti questi mesi si è preferito rinviare piuttosto che metter ordine alle aliquote Iva e riequlibrare la tassazione, si è preferito rinviare piuttosto che metter mano al riordino aggiornamento dei Catasti in modo da applicare una tassazione equa.

E ora campagna elettorale sul nulla, Iva  e Imu, colpa tua, no colpa sua.

Grazie signore grazie.